VISITE ILLUSTRI


Sulle tranquille acque dell'Adda navigavano dunque flotte di barconi, galere, galeoncelli, navi da guerra che presidiavano i confini degli stati e della stessa roccaforte. Durante la prigionia di Francesco I° di Valois saranno state certamente molte le imbarcazioni di illustri personaggi giunte sotto le possenti mura della rocca abduana per rendere omaggio all'insigne prigioniero. I documenti storici ci fanno i nomi di:
* Carlo di Lannoy, viceré di Napoli
* Antonio Pucci, vescovo di Pistoia
* Giovanni Salviati, cardinale legato Pontificio
* Adriano di Croix, ambasciatore di Spagna e plenipotenziario Imperiale
* Ferdinando d'Avalos, marchese di Pescare e generalissimo dell'esercito Imperiale
Ed innumerosi altri dignitari delle corti del tempo. Durante la sua detenzione a Pizzighettone, l'augusto sovrano francesce ha libero accesso al castello, s'intrattiene con alcuni nobili francesi che gli sono stati concessi come compagni di prigionia, riceve le gradite visite dal parroco di Pizzighettone don Cipello, con cui può ritrovare il piacere della conversazione brillante e colta. Gli mancano certo lo sfarzo e la vivacità della Corte francese, ma la presenza delle nobildonne milanesi contribuisce ad alleviare la monotonia delle lunghe giornate.

EXIT - SORTIE